Zaccaria

Error message

Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in menu_set_active_trail() (line 2394 of /homepages/23/d391833571/htdocs/hyperstoria/includes/menu.inc).

Papa

Morto nell'anno (?)
Figlio di Policronio

Papa Zaccaria fu pontefice durante gli anni turbolenti della metà del VIII secolo. Da una parte i Longobardi stavano consolidando la propria monarchia diventando una minaccia sempre più temibile e prossimi ormai a unificare l'Italia. Dall'altro l'Impero bizantino si stava definitivamente distanziando: sul piano politico considerando l'Italia una provincia periferica; su quello dottrinale con la crisi iconoclasta. Per questo un intervento militare imperiale si era fatto sempre più improbabile.
Zaccaria riuscì a giocare un ruolo politico di primo piano in Italia. Arrivò a trattare direttamente con i Re longobardi Liutprando e Rachis, sostituendosi all'Esarca bizantino di Ravenna. In questo modo il papato iniziò ad acquisire un peso politico e non solo religioso. L'episodio forse più rimarcato dalla storiografia è la Donazione di Sutri: dopo lunghe trattative il Re dei Longobardi Liutprando acconsentì a restituire alcune fortezze a nord di Roma che aveva precedentemente occupato e che garantivano la difesa della città. La restituzione non avvenne però nelle mani dell'Esarca, bensì in quelle del Papa.
ContemporaneamenteZaccaria condannò l'iconoclastia che regnava a Bisanzio, contribuendo in questo modo ad approfondire le divisioni tra Oriente e Occidente.
Diede l'avvallo e la benedizione apostolica al colpo di stato che permise a Pipino il Breve di detronizzare l'ultimo Re dei Merovingi, Chilperico III, e insediarsi come sovrano. L'episodio permise di tessere una prima alleanza tra Roma e i nuovi sovrani franchi che, nel giro di una generazione, avrebbe definitivamente cambiato il volto dell'occidente cristiano.

Fece appendere una vela di seta nella chiesa dei santi principi degli apostoli Pietro e Paolo tra le colonne. In questa chiesa ordinò di sistemare in un armadio tutti i codici che si trovavano in casa sua e che era soliti leggere nell'ufficio del mattino nel corso di un anno. Organizzò in modo nuovo la domus culta di Laurenzio, unendola a quella di Fontiana, che è conosciuta come...

Quest'uomo beatissimo, riguardo il rito ecclesiastico, inviò al sinodo di Costantinopoli la promessa della sua aderenza al rito ortodosso, insieme ad altri consigli per il serenissimo principe Costantino. E mentre la risposta della sede apostolica giungeva a...

Sotto il suo pontificato Carlomanno, il figlio di Carlo re dei Franchi, lasciando la gloria e il potere terreno, si recò con alcuni compagni con devozione dal beato Pietro principe degli...

In seguito, nello stesso periodo, giunsero a Roma molti mercanti Veneti che sparpagliatisi nel giorno di mercato, furono visti comperare molti schiavi sia uomini che donne, volendoli poi vendere in Africa ai pagani. Saputo ciò, lo stesso santissimo padre lo proibì con forza, giudicando che non fosse giusto che chi avesse ricevuto il...

In quello stesso periodo il Re dei Longobardi Rachis si lanciò alla conquista della città di Perugia e delle altre fortezze della Pentapoli con violenza. La circondò e la prese con la...

In quello stesso tempo il Signore nostro Dio ritenne giunto il momento di svelare la presenza, in quella stessa città di Roma, di un grande tesoro, graze a quello stesso benefico pontefice. Infatti nella venerabile basilica del Laterano, quello stesso Papa trovò la sacra testa del beato Gregorio martire, nascosta in una cassa. Insieme...

In quel periodo morì Teodoro, figlio maggiore di Megisti di Xanto, che per ottenere il perdono dei suoi delitti, lasciò a San Pietro il podere che aveva avuto in usufrutto per eredità paterna, sito a cinque milia da Roma, sulla via Tiburtina, dove si scorge l'oratorio di Santa Cecilia. Qui il beato Papa costruì un grande edificio e lo...

Fece delle tele di straordinaria bellezza per l’altare del beato apostolo Andrea in San Pietro.

Questo beatissimo papa stabili che nei giorni di alimenti abbondanti le spese, che fino ad oggi chiamiamo elemosina, venissero portate ai poveri e ai pellegrini che si fermavano presso il beato Pietro e a loro distribuite dai dispensieri del laterano. Senza contare che stabilì di distribuire allo stesso modo anche ai bisognosi e agli infermi di tutti i quartieri di Roma gli stessi alimenti in...

Al suo tempo accadde che il crollasse all'improvviso la copertura dell'iscrizione del beato martire di Cristo Eusebio. Il santissimo uomo con tutta la sua forza e saggezza la ristabilì come era in antichità, inoltre riparò quello che era caduto e lo restaurò ottimamente. Questo straordinario pontefice portò a miglior stato molti luoghi sacri e appese ottime tele sopra gli altari delle stesse...

Pages