Capitolo 33

Error message

Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in book_prev() (line 775 of /homepages/23/d391833571/htdocs/hyperstoria/modules/book/book.module).

Presso il Re avevano grande considerazione Asteriolo e Secondino. Entrambi erano saggi e versati nelle lettere. Secondino fu inviato dal Re con molte ambasciate all’Imperatore e per questo si fece presuntuoso e spesso attuava in modo irrazionale. Per questo motivo scoppiò una lite tra di Secondino e Asteriolo che crebbe fino al punto che ricopertisi di insulti, arrivarono alle mani. Il Re pacificò la lite anche se Secondino si risentì per aver ceduto, scoppiò tra di loro di nuovo la tensione. Al che il Re, sostenendo la causa di Secondino, gli consegnò Asteriolo nelle sue mani. Questi fu pesantemente umiliato e perse ogni onore. Ma lo recuperò grazie alla Regina Visegarda. Ma una volta che questa morì Secondino tornò all’attacco e lo uccise. Alla sua morte lasciò un figlio il quale, una volta cresciuto e diventato adulto, volle vendicare l’offesa ricevuta dal padre. Preso dal timore, Secondino si mise fuggire di villa in villa come se già vedesse che non poteva sfuggire a una fine imminente, per non cadere nelle mani dei nemici, si dice che si uccise con il veleno.

Personaggi storici: