Pipino il Breve

Re dei Franchi, Maggiordomo dei Franchi

Morto il 24 Settembre 768
Figlio di Carlo Martello
Sposato con Bertrada di Laon
Dinastia: Carolingi

Successe al padre come Maggiordomo del Regno dei Franchi nel 741 insieme al fratello Carlomanno. Tenne di fatto le redini del potere con Childerico III come Re nominale, ultimo della dinastia dei Merovingi. Nel 751, in seguito a una trattativa con il Papa, ottenne il riconoscimento del titolo reale e l'unzione per sé e per i suoi due figli. Si trattò di fatto di un colpo di stato che però confermava una situazione ormai già definita da tempo. Diede così inizio al governo della dinastia Carolingia, che durerà per circa due secoli ed estenderà il suo dominio anche su Italia, Spagna del nord e Germania.
Di fatto gran parte dei successi che raggiungerà il figlio, Carlo Magno, sono già tracciati dalla politica di Pipino il Breve: l'alleanza con il Papato, le guerre contro i Longobardi, le campagne in Sassonia e la lotta contro i musulmani sul confine meridionale del regno.

Re Pipino si recò nella villa di Thionville passando per la foresta delle Ardenne e mentre qui risiedeva fu raggiunto da dei messaggeri che gli annunciarono l'arrivo di Papa...

Dato che Re Pipino non aveva ottenuto quello che chiedevano i suoi legati e Astolfo si rifiutava di adempierlo, passati all’anno seguente, ordinò a tutti i Franchi di recarsi alle Calende di Marzo a...

L’anno seguente Astolfo Re dei Longobardi, tradì la fedeltà che aveva promesso a Re Pipino compiendo azioni peccaminose. Si recò nuovamente a Roma con un esercito, invadendone i confini, devastandone...

Dopodiché il Re dei Longobardi Astolfo, mentre era intento a cacciare in un bosco, per giudizio divino fu scagliato contro un albero dal cavallo su cui sedeva, perdendo la vita e il regno con una morte meritatamente crudele. I Longobardi, su consiglio di Re...

Fatto ciò Re Pipino inviò un’ambasciata all’Imperatore di Costantinopoli Costantino per stringere amicizia e per il bene del suo paese, allo stesso modo l’Imperatore...

Compiuto ciò, e dopo che la terra era rimasta in pace per due anni, Re Pipino inviò un’ambasciata a Waifer principe d’Aquitania, chiedendogli che i beni ecclesiastici del suo regno che si trovavano in...

L’anno successivo, il decimo del suo regno, ordinò che tutti i nobili dei Franchi si recassero al campo di Maggio presso Düren nella provincia Ripuaria per discutere in un placito della salute e del benessere dei Franchi. Mentre ciò avveniva Waifer...

Fatto ciò, l’anno seguente, che era l’undicesimo del suo regno, dopo aver preso la città di Auvergne e averne devastato tutta la regione attorno, Re Pipino raggiunse Bourges con una grande moltitudine di Franchi, pose il campo tutto...

Quindi scoppiò una lunga disputa tra Pipino Re dei Franchi e il signore d'Aquitania Waifer: Re Pipino, con l'aiuto...

In questo e in altri modi i Franchi e i Guasconi sempre combattevano, Chilpingo, Conte di Alvernia, raccolto l’esercito da ogni parte, cercò di spingersi nel contado di Lione, nel regno di...

Pages