Capitolo 15

Error message

Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in book_prev() (line 775 of /homepages/23/d391833571/htdocs/hyperstoria/modules/book/book.module).

Quest'uomo beatissimo, riguardo il rito ecclesiastico, inviò al sinodo di Costantinopoli la promessa della sua aderenza al rito ortodosso, insieme ad altri consigli per il serenissimo principe Costantino. E mentre la risposta della sede apostolica giungeva a Costantinopoli, si trovò un certo invasore e ribelle di nome Artavasde nel palazzo reale. Infatti mentre lo stesso Imperatore si stava affrettando per combattere i Saraceni, questo Artavasde, elargendo doni al popolo che era rimasto in città, occupò il soglio imperiale. In seguito il principe Costantino, raccolto tutto l'esercito dell'Oriente, si diresse a Costantinopoli ed espugnò la città con la forza assediandola dall'esterno. Riprese la guida del proprio regno e subito cavò gli occhi di Artavasde e dei suoi figli e mandò in esilio molti dei suoi sostenitori tra i ribelli. A quel punto interpellò i messi della sede apostolica che erano giunti proprio nel periodo dei disordini e li rimandò in patria. E riguardo ciò che il beatissimo pontefice aveva chiesto, donò in perpetua proprietà al papa e alla santa Romana chiesa, con un documento scritto, le due tenute di Nimfa e Normia, di proprietà dello stato.

Personaggi storici: 
Autore: