Anno 850

Era ispanica: 888
Ab Urbe Condita: 1.603

Il regno di Ramiro fu spesso segnato dalle guerre civili. Infatti il Conte Palatino Aldroito, siccome complottava contro il Re, fu accecato per ordine dello stesso sovrano. Anche Piniolo, che fu conte Palatino dopo di lui, insorse apertamente contro il re e fu ucciso insieme ai suoi sette figli.

Ramiro regnò sette anni e fu il bastone della giustizia. Risolse il problema dei ladri cavandogli gli occhi. Ordinò di bruciare nelle fiamme i maghi, rovesciò e distrusse i tiranni con incredibile rapidità. Primo fra tutti sconfisse Nepoziano al ponte Narco, in modo da ottenere il regno.