Anno con evento

Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753

Pages

781

Durante quel viaggio celebrò la pasqua a Roma. Qui fu battezzato Pipino, figlio di Re Carlo, da papa Adriano nel sacro fonte. Inoltre i due figli di Re Carlo furono unti: Pipino Re d’Italia e Ludovico Re d’Aquitania.

757

L'Imperatore Costantino inviò al re Pipino un organo, insieme ad altri doni, che arrivò fino in Francia. Il re convocò quindi un'assemblea a Compiégne con i Franchi.

784

Quindi i Sassoni si ribellarono un'altra volta come al loro solito e a loro si associarono alcuni dei Frisoni.

760

Re Pipino, vedendo che il Duca degli Aquitani Waifer non rispettava i diritti delle chiese di Francia, convocò un concilio con i Francesi per invadere l'Aquitania al fine di chiedere il ripristino dei diritti ecclesiastici. Si spinse quindi fino alla località di Tedoad.

786

Quindi Re Carlo inviò l’esercito in Bretagna insieme al suo Siniscalco Adulfo. Qui diedero la caccia a molti Britanni insieme ai loro castelli e la forza di quei luoghi palustri oppure nelle pause.

763

Re Pipino tenne un'assemblea a Nevers e invase per la quarta volta l'Aquitania.

766

Quindi Re Pipino invase l'Aquitania e tenne un'assemblea a Orléans e restaurò il castello di Argenton che Waifer aveva distrutto.

789

Quindi partì per quella parte della Sclavonia abitata dai Wilzi, con l'aiuto di Dio. Insieme a Franchi e Sassoni raggiunse il Reno a Colonia e lo attraversò per entrare in Sassonia, portandosi fino all'Elba, dove costruì due ponti. Di questi uno aveva un castello di legno e terra a una estremità. Quindi procedendo oltre assoggetò al suo dominio gli Slavi grazie al Signore.

792

Passò il natale e la pasqua a Ratisbona. Per la prima volta fu condannata l'eresia Feliciana. Il cui autore fu portato da Angilberto davanti a Papa Adriano e confessandosi abdicò l'eresia. Questo stesso anno non fu fatta alcuna campagna. Venne costruito un ponte per attraversare un fiume navigabile.

795

Quest'anno il Re si recò a Kostheim, presso Magonza e vi tenne un placito. Qui dopo aver appreso che i Sassoni avevano annullato le promesse fatte di farsi cristiani e sottomettersi a lui, entrò in Sassonia con l'esercito e raggiunse l’Elba a Lüneburg. Nel frattempo fu ucciso dai Sassoni Witzan Re degli Obodriti.

Pages