Anno con evento

Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753

Pages

756

Ma come aveva previsto Re Pipino, non era vero quello che aveva promesso il Re dei Longobardi Astolfo nei riguardi dei diritti di san Pietro.

789

Quindi partì per quella parte della Sclavonia abitata dai Wilzi, con l'aiuto di Dio. Insieme a Franchi e Sassoni raggiunse il Reno a Colonia e lo attraversò per entrare in Sassonia, portandosi fino all'Elba, dove costruì due ponti. Di questi uno aveva un castello di legno e terra a una estremità. Quindi procedendo oltre assoggetò al suo dominio gli Slavi grazie al Signore.

759

Nacque il figlio di Re Pipino, a cui fu posto lo stesso nome del Re, così come Pipino era stato chiamato dal nome di suo padre. Questi visse due anni e nel terzo morì.

792

Passò il natale e la pasqua a Ratisbona. Per la prima volta fu condannata l'eresia Feliciana. Il cui autore fu portato da Angilberto davanti a Papa Adriano e confessandosi abdicò l'eresia. Questo stesso anno non fu fatta alcuna campagna. Venne costruito un ponte per attraversare un fiume navigabile.

795

Quest'anno il Re si recò a Kostheim, presso Magonza e vi tenne un placito. Qui dopo aver appreso che i Sassoni avevano annullato le promesse fatte di farsi cristiani e sottomettersi a lui, entrò in Sassonia con l'esercito e raggiunse l’Elba a Lüneburg. Nel frattempo fu ucciso dai Sassoni Witzan Re degli Obodriti.

762

Per la terza volta Re Pipino invase l'Aquitania e prese la città di Bourges e il castello di Thouars. Celebrò il Natale a la Pasqua a Gentilly. E così si passò all'anno seguente.

798

Si presentò il legato di Alfonso Re di Galizia e Asturie, di nome Froia, portando in dono una tenda di mirabile bellezza. Ma in quello stesso periodo di pasqua, i Nordliudi che vivono oltre l'Elba si ribellarono e catturarono i legati regi che risiedevano presso di loro per amministrare la giustizia. Alcuni li trucidarono subito, altri li risparmiarono per ottenerne il riscatto.

765

Re Pipino tenne un'assemblea ad Attigny e non fece nient'altro. Celebrò Natale e Pasqua a Aquisgrana. E così si passò all'anno seguente.

768

Re Pipino intraprese una campagna e catturò Remistagno, si spinse fino a Saintes e qui catturò la madre di Waifer, le sue sorelle e le nipoti giungendo fino alla Garonna

769

Il glorioso Re Carlo si spinse in Aquitania, poiché Hunaldo voleva sollevare tutta la Guascogna e l’Aquitania.

Pages