Anno con evento

Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753

Pages

776

Quindi Re Carlo entrò in Italia invadendo il Friuli. Rotgaudo fu ucciso e il Re celebrò la Pasqua a Treviso e occupò Cividale, Treviso e altre città che si erano ribellate.

754

Papa Stefano confermò la santa unzione di Pipino a Re e insieme a lui unse anche i due figli, Carlo e Carlomanno, come Re.

779

Quindi Re Carlo si recò in Neustria fino alla città di Compiègne. E mentre rientrava in Austrasia, nella città di Verzenay, il Duca di Spoleto Ildebrando si sottomise alla presenza del grande Re con molti doni.

757

L'Imperatore Costantino inviò al re Pipino un organo, insieme ad altri doni, che arrivò fino in Francia. Il re convocò quindi un'assemblea a Compiégne con i Franchi.

782

Quindi il Re Carlo si mosse, attraverasò il Reno a Colonia e tenne un sinodo alle sorgenti del Lippe. Qui si recarono tutti i Sassoni, tranne il ribelle Vitichindo.

760

Re Pipino, vedendo che il Duca degli Aquitani Waifer non rispettava i diritti delle chiese di Francia, convocò un concilio con i Francesi per invadere l'Aquitania al fine di chiedere il ripristino dei diritti ecclesiastici. Si spinse quindi fino alla località di Tedoad.

785

Quindi Re Carlo intraprese il viaggio dell'anno precedente fino a Rehme sul fiume Weser, dove confluisce il Waharna. Ma a causa di una inondazione ritornò a Eresburg.

763

Re Pipino tenne un'assemblea a Nevers e invase per la quarta volta l'Aquitania.

787

Allora Re Carlo messosi in marcia giunse a Roma e fu accolto dal capo apostolico Adriano con grandi onori e restò con lui alcuni giorni.

766

Quindi Re Pipino invase l'Aquitania e tenne un'assemblea a Orléans e restaurò il castello di Argenton che Waifer aveva distrutto.

Pages