Anno con evento

Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753
Era ispanica: 38
Ab Urbe Condita: 753

Pages

787

Allora Re Carlo messosi in marcia giunse a Roma e fu accolto dal capo apostolico Adriano con grandi onori e restò con lui alcuni giorni.

756

Ma come aveva previsto Re Pipino, non era vero quello che aveva promesso il Re dei Longobardi Astolfo nei riguardi dei diritti di san Pietro.

790

In quest’anno non intraprese alcuna campagna ma celebrò di nuovo il natale e la pasqua nella stessa città. E così si passò all’anno seguente.

759

Nacque il figlio di Re Pipino, a cui fu posto lo stesso nome del Re, così come Pipino era stato chiamato dal nome di suo padre. Questi visse due anni e nel terzo morì.

793

Durante l’autunno il Re partì da Ratisbona per nave fino al grande canale tra Altmühl e Rednitz, dove gli si presentarono i messi apostolici con grandi doni. Qui un messo raccontò che i Sassoni stavano tradendo di nuovo la sua fiducia. Quindi attraverso il Rednitz raggiunse via nave il Meno e celebrò il Natale a san Chiliano a Würzburg. E così si passò all’anno seguente

762

Per la terza volta Re Pipino invase l'Aquitania e prese la città di Bourges e il castello di Thouars. Celebrò il Natale a la Pasqua a Gentilly. E così si passò all'anno seguente.

796

Morì Papa Adriano e Leone gli successe subito al soglio pontificio. Inviò dei legati con doni al Re: tra cui le chiavi delle porte di San Pietro e il vessillo della città di Roma.

765

Re Pipino tenne un'assemblea ad Attigny e non fece nient'altro. Celebrò Natale e Pasqua a Aquisgrana. E così si passò all'anno seguente.

799

Durante la processione del 25 aprile, i Romani catturarono Papa Leone, lo accecarono e gli tagliarono la lingua. Posto sotto custodia, riuscì a fuggire di notte attraverso un muro e si recò presso i legati regi che erano presso la basilica di San Pietro, l’abate Wirundo e il Duca di Spoleto Winigiso, per poi essere condotto a Spoleto.

768

Re Pipino intraprese una campagna e catturò Remistagno, si spinse fino a Saintes e qui catturò la madre di Waifer, le sue sorelle e le nipoti giungendo fino alla Garonna

Pages