Pelagio

Morto nell'anno 737
Dinastia: Dinastia asturiana

Nobile asturiano, iniziatore delle Reconquista cristiana nei confronti dei musulmani

Ma gli Arabi, dovo aver oppresso sia la patria che il regno, per molti anni pagarono i tributi ai rappresentanti del regno di Babilonia, finché non si elessero un proprio re, e ne stabilirono la capitale a Cordova. Nel frattempo i Goti si erano estinti per la guerra o per la fame. Ma di quelli che erano rimasti della stirpe reale,...

Quando Pelagio seppe del loro arrivo, si asserragliò nel monte Auseva, in una grotta che chiamano la grotta di Santa Maria; subito l’esercito nemico lo circondò, e recandosi presso di lui il vescovo Oppa così gli disse: «So che...

Quindi ritornato il deprecabile vescovo all’esercito, così disse: «Sbrigatevi e combattete, perché con loro non si può scendere a patti ma solo passarli a fil di spada». Presero quindi subito le armi e si lanciarono nella battaglia, costruirono le fionde, scaricarono i proiettili, fecero scintillare le spade, brandire le lance e scagliarono frecce senza sosta. Ma la forza del Signore non stava...

In quello stesso periodo nella regione delle Asturie il governatore dei Caldei nella città di León era Munnuza, il quale era uno dei quattro comandanti che per primi oppressero la Spagna. Venendo a...

Il primo a regnare nelle Asturie fu Pelagio, in Cangas de Onís, per diciannove anni. Questi, espulso da Toledo da Re...

Il genero di Pelagio, Alfonso, regnò diciotto anni. Questi era figlio di Pietro, Duca di Cantabria. E quando venne nelle...