Paolo Diacono

Morto nell'anno (?)

La quindicesima provincia è la Puglia, insieme alla Calabria. Al suo interno si trova la regione del Salento. Questa a sud ovest ha il Sannio e la Lucania, verso oriente confina con il mare Adriatico. Qui si trovano le ricche città di Luceria, Seponto, Canusio, Agerentia, Brindisi e Taranto, il corno sinistro dell'Italia, che si estende per cinquanta milia e la città di Otranto, bien adatta...

La sedicesima provincia è l'isola di Sicilia. È bagnata dal mar Tirreno e dal mare Ionio. Prende il proprio nome dal comandante Siculo. La diciassettesima è la Corsica. La diciottesima è la Sardegna. Entrambe sono bagnate dal mar Tirreno. La Corsica si chiama così per il suo comandante Corso, mentre la Sardegna da Sardo, figlio di Ercole.

È certo tuttavia che la Liguria e parte della Venezia, l'Emilia e anche la Flaminia, venissero chiamate Gallia Cisalpina dagli storiografi antichi. Ad esempio il grammatico Donato, nella descrizione della Mantova di Virgilio, dice che si trovava in Gallia. Allo stesso modo si legge nella Storia romana che Rimini si trova in Gallia. Poiché in tempi molto antichi Brenno Re dei Galli, che regnava...

La Storia dei Longobardi di Paolo Diacono è un'opera del VIII secolo che ritrae le vicende del popolo Longobardo dalle loro origini leggendarie lungo le coste del Baltico fino alla conquista dell'Italia. Scritto quando il Regno dei Longobardi era ormai stato conquistato da Carlo Magno, termina con le vicende del principio del VIII secolo, quando i Longobardi...

Pages