Guerre romano-persiane

Le guerre romano-persiane sono tutti gli eventi bellici intercorsi tra l'Impero Romano e l'Impero Persiano, dal I secolo a.C., data dei primi contatti diretti, fino al VII secolo d.C., quando l'Impero Persiano venne distrutto dagli Arabi.
In questo lungo periodo si possono distinguere diverse fasi, a seconda del succedersi dei governi e delle dinastie nei due imperi. Nessuno dei due riscì mai a sottomettere completamente l'altro, anche se i rapporti di forza oscillarono continuamente con cessioni di territori di frontiera e pagamenti di tributi.
Dopo l'ultimo epico scontro nel VII secolo tra Eraclio e Cosroe II gli Arabi fecero la loro comparsa sulla scena mediorentale, approfittando della debilitazione a cui la lunga guerra aveva portato i due imperi. Roma perse la Siria e l'Egitto mentre la Persia venne completamente comquistata.
Da quel momento saranno i Musulmani a raccogliere l'eredità persiana e a continuare la lotta titanica contro Roma per almeno altri otto secoli.

Nella quindicesima indizione, come abbiamo detto, morto Giustiniano, venne fatto Imperatore suo nipote Gius...

Anno V dell'Impero di Giustino, III di Re Leovigildo.
L'Imperatore...

Anno VIII dell'Imperatore Giustino, VI di Re Leovigildo.
I Persiani ruppero il patto di alleanza con i Romani e...