Capitolo 21

Anno VI dell'Imperatore Maurizio, II di Re Reccaredo.
Vengono smascherati alcuni ariani, che sono il vescovo Siuma e Segga, che volevano usurpare il potere con alcuni altri. Dimostratisi colpevoli, Siuma fu mandato in esilio mentre Segga, dopo avergli amputato le mani, fun mandato in esilio in Galizia.
Maurizio nominò suo figlio Teodosio, che già era stato fatto Cesare, Imperatore dei Romani.

Anno: 
Personaggi storici: